Spasmi durante l’impianto

L’impianto è il momento in cui l’ovulo fecondato dallo spermatozoo aderisce alla parete dell’utero: è dove si formerà la placenta, per fornire sangue ed alimento al feto durante il suo sviluppo.

Quando avviene l’impianto?

Una volta che l’ovulo è stato fecondato dallo spermatozoo, lo zigote formato viaggia attraverso le trombe di Falloppio verso l’utero, e resterà ancorato alla parete uterina. Nel caso in cui non venga fecondato, l’ovulo si muove fino all’utero, da dove verrà espulso durante il ciclo mestruale. L’impianto avviene circa sette giorni dopo l’ovulazione.

Spasmi durante la gravidanza

Gli spasmi sono uno dei primi sintomi e sono completamente normale: sono un segno che il corpo si sta preparando ai nove mesi di gravidanza. Non devono includere febbre o sanguinamento eccessivo e, in caso di precedeti aborti involontari o nel caso in cui persistano più del normale, si dovrà consultare un medico.

Spasmi durante la gravidanza

Gli spasmi possono manifestarsi in qualunque momento della gravidanza, significando in ogni tappa qualcosa di diverso.

Crampi e impiantazione

Avvengono nelle prime settimane di gravidanza, e sono di solito accompagnati da sanguinamento – che prende il nome di sanguinamento da impianto. Il sanguinamento durante l’impianto viene descritto da alcune donne come un periodo senza importanza, mentre altre vedono il sangue come “sangue vecchio“. Questo tipo di spasmi è un segnale del fatto che il feto ha aderito alle pareti dell’utero, e la donna è rimasta incinta; circa solo una donna su quattro sanguina durante l’impianto.

Crampi nell'impianto

Questo tipo di dolore si percepisce nella regione addominale inferiore, e comincia di fatto una volta che l’ovulo è stato fecondato dallo spermatozoo, ancor prima del reale impianto nella parete dell’utero. Questo tipo di crampi non devono durare più di un giorno, al massimo due. In caso contrario, è opportuno consultare un medico per escludere un aborto involontario, una gravidanza ectopica, un distacco della placenta, una preeclampsia, un’infezione del tratto urinario, un parto prematuro o altre patologie associate.

Crampi all’inizio della gravidanza

Molte donne pensano che questo tipo di spasmi siano il segnale di un aborto spontaneo, tuttavia, la maggior parte delle volte si tratta solo di ulteriori crampi legati all’impianto, poiché, una volta aderito lo zigote alla parete uterina, l’utero comincia ad ingrandirsi per poter accogliere il bambino durante 9 mesi.

Dolore al legamento rotondo

Questo tipo di dolore è legato ai crampi tipici delle tappe più avanzate della gravidanza. E’ di solito un dolore lieve e costante, soprattutto quando si cambia posizione.

Si verifica perchè i muscoli situati sotto l’utero si espandono e crescono per sopportare il peso dell’utero e del bambino man mano che cresce.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA