Processo dell’ICSI

Il processo dell’ICSI prevede passi che sono del tutto uguali ad alcune di quelle del processo di fecondazione in vitro (IVF); la differenza sta nella forma in cui si produce l’inseminazione degli ovociti.

Il processo completo della tecnica di ICSI è il seguente:

  • Stimolazione controllata dell’ovaio: viene somministrata una serie di ormoni, perché nelle ovaie della donna venga prodotto più di un ovocito maturo. Inoltre, anche grazie a questo somministro ormonale, è possibile controllare il momento esatto del ciclo mestruale.
  • Puntura follicolare: anche conosciuta come puntura ovarica, si tratta dell’estrazione degli ovociti maturi, mediante una puntura vaginale ecoguidata.
  • Raccolta e preparazione del seme: in questo caso, non sono necessari tanti spermatozoi come nell’IVF, giacché è il biologo che, mediante un microscopio con micromanipolatore, sceglierà lo spermatozoo idoneo. Se nel preparato ci sono molti spermatozoi, ciò è controproducente, perché sarà più difficile scegliere quale iniettare.
  • Inseminazione degli ovociti: viene scelto lo spermatozoo idoneo e realizzato il processo di ICSI: s’introduce lo spermatozoo all’interno dell’ovocito mediante un ago.
  • Coltivo embrionario: viene osservato lo sviluppo degli embrioni, e se ne registra l’evoluzione.

Microiniezione spermatica di un ovocito

  • Trasferimento degli embrioni: avviene solitamente il giorno 3 dello sviluppo embrionario, ma, se è necessaria una DGP o ci sono stati errori precedenti, è possibile realizzare il trasferimento il giorno 5.
  • Congelazione degli embrioni: se esistono più embrioni di buona qualità, si congelano perché possano essere utilizzati in trattamenti successivi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA