Parto

Il parto è il processo mediante il quale avviene la nascita del bambino, al termine della gravidanza. L’inizio del parto è caratterizzato da forti contrazioni regolari e dalla dilatazione del collo dell’utero: molte donne incinte temono questo momento, soprattutto le puerpere, poiché non sanno esattamente cosa sia quest’esperienza.

Nascita del bambino

Tipi di parto

Tradizionalmente si parlava solo di parto vaginale o naturale, però esistono anche altri tipi di parto:

  • Parto vaginale o naturale: il bambino nasce attraverso la vagina, grazie alle spinte della madre. La posizione di questo parto è chiamata litotomia (sdraiata sulla schiena, con i piedi sollevati all’altezza dei glutei), anche se esiste una polemica su questa posizione, poiché nel parto naturale la donna deve stare in verticale, perché venga aiutata dalla gravità a far uscire il bambino.
  • Parto con forcipe: nei parti vaginali difficili, quando la madre non può spingere di più ed il bambino non esce, si utilizzano queste pinze, collocate sulla testa del bambino, che lo aiutano ad uscire; il loro uso non è abituale.
  • Cesareo: anche chiamato parto addominale, mediante un intervento chirurgico nell’addome si estrae il bambino. E’ più abituale nei parti a rischio, o nei parti multipli.
  • Parto prematuro: anche chiamato pretermine, il bambino può nascere in uno qualunque dei modi sopra citati, però prima della trentasettesima settimana di gestazione. Questi bambini possono avere problemi di salute per essere nati prima del tempo, a seconda di quante settimane abbiano passato nell’utero.

Durata del parto

La durata del parto dipende da ogni nascita, però di solito va dalle 6 alle 15 ore. Il parto inizia con le prime contrazioni, fino alla cancellazione del collo dell’utero (si accorcia la sua lunghezza), che comincia a dilatarsi; a partire dai 4 cm di dilatazione, inizia uno stadio più attivo, e le contrazioni sono più forti e frequenti. Quando si arriva ai 10 cm di dilatazione, il bambino può cominciare ad uscire.

Neonato

L’arrivo del bambino può tardare tra le 2 e le 8 ore. E’ necessario che la madre spinga perché il bambino possa uscire; la durata di questo periodo varia molto tra le puerpere e le donne che già hanno partorito in precedenza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA