La gravidanza mese per mese

La gravidanza è definita come il procedimento che ha luogo da quando lo spermatozoo attraversa la membrana dell’ovulo ed avviene la fecondazione, fino al momento del parto.

Durante la gravidanza si osserva una serie di cambiamenti nell’embrione, che passa dallo stadio di zigote (embrione di una cellula) a neonato, una persona completamente formata, con tutti i suoi organi interni; questo periodo è chiamato sviluppo embrionario.

Primo mese di gravidanza: impiantazione

Primo mese di gravidanza

Il primo mese di gravidanza è quello in cui avviene la fecondazione, cioè l’ovulo è fecondato dallo spermatozoo, e ciò dà luogo all’inizio del processo di formazione dell’embrione. Poiché è praticamente impossibile determinare con esattenza quando ciò avvenga, si prende come riferimento del primo giorno di gravidanza quello che coincide con il primo giorno dell’ultimo ciclo. La prima settimana di gestazione sarebbe, dunque, l’ultima settimana di mestruazioni.

La seconda settimana dà il via alla selezione follicolare, in cui i follicoli scelti cominceranno a crescere per diventare primari, anche se alla fine sarà solo uno il selezionato, in funzione alla sua risposta all’ormone FSH.

In seguito, nella terza settimana del processo, l’ovocito viaggia per le trombe di Falloppio, liberandosi del follicolo che lo conteneva. L’ovocito sarà fecondato e continuerà la sua maturazione, fino a trasformarsi in un ovulo.

L’ovulo già fecondato continuerà il proprio cammino verso l’utero: durante la discesa, il nucleo dello spermatozoo, che contiene il materiale genetico dell’uomo, e il nucleo dell’ovulo, che contiene il materiale genetico della donna, si fondono, costituendo i geni del futuro bambino.

Secondo mese di gravidanza

In questo secondo mese di gestazione si formano tre strati di cellule, che costituiranno i tessuti del futuro neonato.

Si creano il midollo spinale, il cervello, il cuore, l’intestino e la pelle; cominciano a formarsi anche gli occhi, le orecchie, il naso e il labbro superiore. E’ un mese di grande evoluzione, in cui l’embrione comincia ad assumere forma umana, con tutto ciò che questo comporta.

Gastrulazione nel secondo mese di gravidanza

Ad un estremo dell’embrione si genererà una testa arrotondata e più grande del tronco, mentre all’altro estremo si formerà una sorta di coda.

Nella quinta settimana di gravidanza avviene la gastrulazione: le cellule dell’epiblasto si dividono, fino a formare cellule di tre tipi diversi, che costituiranno in futuro i tessuti del bambino. Si formano anche le cellule del mesodermo e la notocorda, che avrà la funzione di una colonna vertebrale, fino a quando non si formerà quella vera.

Questo mese è importante perché è quando si forma il cuore, organo vitale per eccellenza del futuro bambino o bambina.

Alla fine di questo mese, l’embrione misura circa 13 cm.

Terzo mese di gravidanza

A partire da questo mese termina il periodo dell’embrione, che viene da adesso denominato feto. Nel terzo mese di gravidanza, il futuro bambino ha già sviluppati tutti i propri organi, anche se, per il momento, non sono del tutto formati: devono ancora maturare ed evolvere correttamente. Si definiranno anche i genitali, anche se è ancora presto per determinare con esattezza il sesso del bambino.

Durante queste 4 settimane, il feto cresce più di 7 cm, e arriverà a pesare circa 20 grammi. Tu, futura mamma, in questo mese aumenterai circa il 10% del peso che prenderai durante tutta la gravidanza.

Il movimento del futuro bambino, durante questo mese, è piuttosto intenso: piega le dita, aggrotta le sopracciglia, scalcia, stringe le labbra, ecc. E’ importante conoscere questa inquietudine del feto, per non allarmarsi quando i movimenti si intensificheranno: non c’è motivo di preoccuparsi, al contrario. La mobilità che il bambino manifesta è un’ulteriore prova del fatto che è vivo e che tutto funziona bene.

Questo mese apporta calma e tranquillità ai futuri genitori, poiché, dopo i tre mesi, si considera superato il rischio di aborto naturale. A partire da adesso, non dovrebbero sorgere problemi allarmanti, se fino a questo momento la gravidanza ha avuto un decorso normale.

In questa fase s’intensifica ulteriormente la connessione tra madre e feto, fatto che aumenta l’attenzione prestata all’alimentazione e allo stile di vita, poiché tutto avrà ripercussioni direttamente sul futuro essere.

Quarto mese di gravidanza

In questo mese il feto si copre di lanugo, una peluria molto sottile che ricopre la sua pelle per preservarne il calore corporeo, poiché il corpo non ha ancora grasso a sufficienza.

Si formano anche le corde vocali, che però non verranno utilizzate dal bambino fino alla nascita – da qui il fatto che i neonati piangano, quando vengono alla luce, e che si faccia in modo che piangano: in questo modo, si verifica che le corde vocali funzionano e che il neonato risponde agli stimoli.

Sviluppo embrionario nel quarto mese

In questa fase, gli occhi del feto sono particolarmente grandi, anche se li mantiene chiusi: sono molto sepaarati tra loro, però il volto è ben definito ed è possibile distinguere perfettamente il collo, che separa la testa dal resto del corpo. I denti cominciano a spuntare, anche se siamo solo all’inizio di questo processo; l’orecchio esterno si sposta verso l’alto.

Dal momento che comincia a formarsi il volto, i suoi muscoli sono in grado di realizzare il movimento di suzione, e per questo il bambino può succhiarsi il dito: un gesto che di solito ripete nei primi anni di vita.

Le dimensioni del feto all’inizio di questo mese sono di 8,5 cm di lunghezza, e possono aumentare fino a 15 cm; il suo peso sarà di circa 170 grammi. Appaiono pieghe epidermiche sul palmo delle mani e sulle dita: il nuovo essere ha già le sue impronte digitali.

Il feto comincia ad espellere urina, che si mescola con il liquido amniotico; le funzioni delle sue ghiandole sudoripare e sebacee cominciano a svilupparsi. L’intestino comincia a riempirsi di una sostanza spessa, secreta dal fegato e chiamata meconio.

Quinto mese di gravidanza

Le cavità cardiache sono delimitate, e il cuore batte con forza. In questo periodo, avvengono ulteriori importanti cambi: si sviluppano i sensi, come il gusto, con la formazione delle papille gustative; cominciano ad essere percipiti anche suoni e luci.

Alla fine di questo mese, il bambino può arrivare fino ai 22 cm circa.

Ti accorgerai del fatto che, quando ti sdrai, il feto si muove molto più energicamente: questo è dovuto al fatto che il bambino si adatta meglio tra le tue anche quando stai in piedi (per questo ti sembra che stia dormendo: i suoi movimenti diminuiscono considerevolmente), mentre quando ti sdrai aumentano.

Nelle ultime settimane di questo quinto mese di gravidanza, si crea il secondo strato dei denti, mentre i denti da latte si sono già formati all’interno degli alveoli dentali. Nel cervello si creano milioni di neuroni, e questo si presenta praticamente già come sarà una volta formato e nato il bambino.

Può avvenire che il tuo ombelico si appiattisca, o cominci a sporgere verso l’esterno. In questo caso, tornerà al suo posto dopo aver partorito; l’utero si muoverà fino a salire all’altezza dell’ombelico: questo processo fa sì che la tua silhouette cambi, e tu perda le curve di vita e fianchi.

Non hai più nausea o vomito, anche se potrai notare altri tipi di fastidi, come bruciori di stomaco o congestione nasale: ciò è dovuto al fatto che la tua digestione rallenta, oltre ai cambi di posizione del bambino e alla pressione che il piccolo esercita su di te.

Sesto mese di gravidanza

Riguardo ai peli del futuro bambino, si sono già create le sopracciglia, i capelli e le ciglia; si formano anche i muscoli e, grazie a questi e alla lunghezza del cordone obelicale, il feto può muoversi con maggior energia di prima.

Sviluppo del feto

Inoltre, quando riconosce i rumori, il futuro essere risponde agli stimoli, come per esempio alla musica: se vuoi verificarlo, ti accorgerai che il feto si muove quando metti la musica, in risposta allo stimolo sonoro che riceve.

L’evoluzione del bambino fa sì che passi da 27 a circa 32 cm, e pesi da 450 grammi a circa 750: puoi sentire le diverse parti del corpo del piccolo attraverso la tua parete addominale.

La pelle del bambino comincia ad opacizzarsi e ad assumere consistenza: può aprire e chiudere gli occhi, oltre a compiere gesti come tirar fuori la lingua. Le proporzioni del corpo cominciano ad equilibrarsi, in relazione alla sua testa. E’ sempre più formato, ed assomiglia di più al neonato che sarà in pochi mesi.

Settimo mese di gravidanza

In questo periodo si sviluppano i polmoni e lo scheletro diventa più consistente: il grasso si accumula nel corpo, per cui comincia ad essere più autonomo nella regolazione della propria temperatura corporea, per quando nascerà. La quantità di pelo comincia a ridursi, e il lanugo che copre il suo corpo scompare.

In questo mese, la lunghezza del feto va dai 33 cm ai 38 circa, arrivando a pesare fino a circa 1.050 grammi.

Per via di questo aumento considerevole di peso e lunghezza, i movimenti del bambino cominciano ad essere più limitati: preme maggiormente sulla tua vescica, per cui non noterai solo i movimenti del feto, ma anche una più frequente necessità di urinare.

Si pigmentano gli iridi degli occhi e la pelle: la pigmentazione avviene grazie ad alcune cellule, chiamate melanociti, che producono melanina.

Ottavo mese di gravidanza

Il bambino continua a perdere il lanugo e ad aumentare di peso e dimensioni, per cui limita sempre più i propri movimenti, e allo stesso tempo non smette di premere sulla tua vescica; durante questo mese, raggiungerà circa il 50% del peso che arriva ad avere durante tutta la gravidanza.

Sviluppo del bambino agli otto mesi

I polmoni del bambino sono quasi sviluppati, e questo implica anche che occupino più spazio, per cui, oltre a sentirti appesantita, lo noterai al momento di andare a dormire. Sarà normale che ti sia più difficile dormire, poiché i tuoi movimenti, come quelli del bambino, cominceranno ad essere più limitati e difficili.

Oltre che quelli della luce e del suono, precedentemente sviluppatisi, in questo mese si creano anche i neuroni olfattivi, segno del fatto che il cervello non ha smesso di evolvere. Cominciano i primi singhiozzi, poiché inghiotte liquido amniotico, e noterai di conseguenza movimenti spasmodici.

E’ possibile che tu senta un po’ d’acidità, o che tu abbia stipsi, durante questa fase: tutti sintomi molto abituali, dovuti all’aumento di progesterone nel tuo corpo, per cui non c’è bisogno di allarmarsi. Si raccomanda di assumere molto calcio, ferro, acido folico, proteine e vitamina C: il tuo stadio di gestazione è molto avanzato, devi prenderti cura di te, senza mai smettere di condurre una vita normale.

La stanchezza, durante questo ultimo periodo, è altresì abbastanza normale: non ti preoccupare per questi sintomi, sono i più logici per via del tuo stato. Tutto ciò avviene non solo per l’aumento di peso, che affatica molto, ma anche perché il tuo utero è cresciuto in tale misura da premere contro le tue costole, fatto che complica la respirazione.

Nono mese di gravidanza

Il bambino scende nel basso ventre, e la testa comincia ad adattarvisi. Lo stomaco e l’intestino funzionano già, mentre la sua pelle non ha ancora rughe ed è più morbida, per via delle cellule di grasso che si sono formate al suo interno. Il colore della pelle non è più così rosso, bensì più rosato, e assomiglia di più al colore definitivo che avrà il suo corpo al momento del parto.

Come già visto da qualche settimana, i movimenti sono minori, a causa dell’aumento di dimensioni e peso del feto; tuttavia, ciò non significa che tu non avverta la presenza di tuo figlio: non deve passare un giorno senza che tu lo senta, perchè ciò significherà che va tutto bene.

Alla fine di questo mese, il feto deve misurare circa 43 cm, e il peso aumenta in media da 1.980 grammi a circa 2.730 grammi.

Sentirai i suoi movimenti farsi più bruschi, come se fossero calci, poiché il bambino ha pochissimo spazio per muoversi. La testa si sposterà verso il basso, durante queste settimane, preparandosi alla nascita, e potrai distinguere perfettamente tra un piede, la schiena o una mano; le unghie sono cresciute lunghe su ogni dito.

Il bambino è pronto per nascere

Il bambino può respirare e realizzare movimenti di suzione e deglutizione allo stesso tempo, il che gli consentirà di alimentarsi del latte materno alla nascita. Comincia anche a creare le proprie cellule del sangue.

Decimo mese di gravidanza

In questa ultima fase del periodo di gestazione, il bambino ha le unghie più larghe anche di quanto misurino le sue ditina, sia delle mani sia dei piedi, per cui può grattarsi, e anche graffiarsi da solo.

I suoi organi sono completamente autonomi, ed è pronto per uscire dalla placenta e dal ventre della madre. L’utero avrà l’incarico di esercitare la forza e la pressione necessarie affinché si produca il parto.

Misura tra i 45 e 55 cm, e pesa in media tra 2.520 e 3.670 grammi.

Sentirai forti contrazioni, note come “contrazioni di Braxton-Hicks”. Il liquido amniotico si rinnova ogni tre ore; l’intestino di tuo figlio è pieno di meconio nero-verdastro, costituito dalle secrezioni delle ghiandole alimentari, con pigmento biliare, lanugo e cellule delle pareti intestinali.

Se, a partire dalla quarantaduesima settimana, il bambino non ha ancora visto la luce, è logico che lo specialista che si occupa di seguire la tua gravidanza provochi il parto, poiché il futuro figlio o figlia è pronto per nascere, e può rappresentare un rischio per lui/lei che rimanga più del necessario nel ventre della madre.

1 Commento

  1. Secondo la mia esperienza personale, nonostante gli ultimi mesi siano i più duri perchè chiaramente la stanchezza e i dolori iniziano ad essere tanti, sono anche i mesi più belli perchè riesci a sentire tantissimo il bambino dentro di te ed è una sensazione che non scambierei per nient’altro al mondo!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Sezioni

inviTRA