IMSI (ICSI con spermatozoi morfologicamente selezionati)

Lo sviluppo delle tecniche di riproduzione assistita è aumentato negli ultimi anni, in modo che sono state via via introdotte nuove tecniche che migliorano i successi di questo tipo di trattamenti. Tuttavia, nessuna di queste tecniche offre un’efficacia del 100%.

Tra le molte cause d’infertilità, una delle più frequenti è dovuta al fattore maschile. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il seminogramma è lo strumento più oggettivo per valutare la fertilità dell’uomo, poiché permette di individuare problemi nel funzionamento testicolare. Questi problemi sono evidenti per via della diminuzione del numero di spermatozoi e per la loro scarsa mobilità, così come per la presenza di spermatozoi con morfologia alterata. Quest’ultimo parametro è considerato il miglior indicatore della fertilità naturale, e l’impiego di spermatozoi con buona morfologia porta ad un successo maggiore nelle gravidanza.

Super ICSI: processo

Nel caso in cui il fattore maschile sia molto severo, la tecnica più utilizzata è l’Iniezione Intracitoplasmatica di Spermatozoi. Finora, l’analisi e la selezione di spermatozoi (eiaculati o testicolari) per il loro impiego nell’ICSI si basava sulla valutazione della testa, della coda e del segmento intermedio dei gameti. Nonostante ciò, il criterio d’osservazione e selezione degli spermatozoi che saranno microiniettati è scelto dallo specialista, la qual cosa lascia un certo margine di soggettività. Per questo, sono state introdotte modifiche nel procedimento di ICSI, con lo sviluppo del denominato Super ICSI o IMSI, che significa Iniezione Intracitoplasmatica di Spermatozoi Morfologicamente Selezionati.

Vantaggi dell’IMSI

Questa nuova tecnica presenta molteplici vantaggi, tra i quali la selezione del gamete in tempo reale, senza colorazioni che lo danneggino, con ingrandimenti (fino a 6300, rispetto ai 400 ingrandimenti dell’ICSI convenzionale). Questa visualizzazione così dettagliata permette ai biologi di scartare tutti quei gameti che hanno una cattiva morfologia (quegli spermatozoi con difetti nella testa, nel corpo intermedio o nella coda).

Secondo l’OMS, uno spermatozoo ideale deve avere la testa ovale, la coda dritta, il nucleo fisso, e dev’essere di colore trasparente. Qualunque spermatozoo deforme non verrebbe scelto per fecondare l’ovulo, poiché potrebbe causare errori di fertilizzazione ed aumentare in seguito i rischi di aborto.

Indicazioni dell’IMSI

La Super ICSI è particolarmente indicata in:

  • Casi in cui ci siano stati vari tentativi falliti di trasferimento, o perché nessun ovulo veniva fecondato o perché gli embrioni avevano cessato di svilupparsi, smettendo di dividersi.
  • Pazienti con teratozoospermia severa.
  • Pazienti con risultati alterati nello studio della frammentazione del DNA spermatico.
  • Casi di sterilità di origine sconosciuta e lunga durata.

IMSI

Svantaggi dell’IMSI

Gli inconvenienti che presenta questa tecnica sono molto evidenti, ed ostacolano una sua diffusione più generalizzata.

In primo luogo, il tempo medio extra di durata del procedimento è considerevole, ed oscilla tra un’ora e mezza e cinque ore. In secondo luogo, il costo elevato fa sì che questa tecnica non sia alla portata di qualunque laboratorio, e che sia consigliabile solo quando ci sia un seme molto povero, ed in casi ripetuti di fallimento di IVF o di ICSI.

Nonostante le evidenze esistenti, sono necessari studi con un maggior numero di campioni per dimostrare la sua efficacia clinica, e poter definire meglio le sue indicazioni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA