Il processo della Fecondazione In Vitro

La fecondazione in vitro (IVF) è una tecnica di fecondazione artificiale.

Qui di seguito i passi che vengono seguiti in un’IVF convenzionale:

Stimolazione controllata dell’ovaio. Vengono somministrati alla donna degli ormoni specifici, con due principali obiettivi: avere sotto controllo il momento esatto del ciclo ovarico, e produrre più ovuli perché ne vengano estratti o fecondati diversi. In questo modo, aumentano le possibilità di successo del trattamento.

Puntura follicolare o ovarica. Quando il ginecologo osserva che i follicoli sono maturi, procede ad estrarre gli ovociti mediante puntura.

Raccolta e preparazione del seme. Il campione di seme viene sottoposto a tutte le analisi ed i test necessari per garantirne la massima qualità; l’eiaculato viene preparato per selezionare i migliori spermatozoi, mediante capacitazione.

Inseminazione degli ovociti. Su di una piastra in laboratorio, vengono messi in contatto gli ovuli maturi e gli spermatozoi capacitati, in attesa che uno di loro riesca a fecondare l’ovulo.

Coltivo di embrioni. L’ovulo fecondato si trasforma in un embrione; si effettua un’osservazione dello stato degli embrioni per vedere come, una divisione dopo l’altra, aumenta il numero di cellule. Si osserva l’evoluzione di tutti gli embrioni, per determinarne la qualità embrionaria e decidere quali siano gli embrioni migliori.

Trasferimento di embrioni. Viene selezionato l’embrione migliore, generato per ottenere con successo una gravidanza, e si trasferisce all’utero della donna con l’aiuto di un catetere. Questo processo dura pochi minuti.

Parallelamente, si procede alla congelazione del resto degli embrioni di buona qualità; gli embrioni di scarsa qualità sono mantenuti in coltivo in un incubatore e se ne osserva l’evoluzione, anche se normalmente non riescono a sopravvivere.

Inseminazione degli ovociti nella fecondazione in vitro

Congelamento di embrioni. Questa fase viene effettuata per poter conservare gli embrioni in perfette condizioni, e, in questo modo, utilizzarli nei cicli seguenti, se fosse necessario.

– Dopo il trasferimento: Raccomandazioni durante le due settimane d’attesa. E’ opportuno seguire alcuni consigli durante i 15 giorni d’attesa, prima d’effettuare il test di gravidanza. Ad esempio, si raccomanda di bere molti liquidi e non avere rapporti sessuali durante questo periodo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA