Il ciclo naturale nel trasferimento embrionario

Una delle attività più frequenti in qualunque clinica della fertilità o unità riproduttiva è il trasferimento di embrioni criopreservati, che rappresenta circa il 20% delle pratiche svolte in questi centri.

Fattori per trasferire gli embrioni

Al momento di trasferire un embrione nell’utero materno, è necessario tenere presente una serie di parametri che è necessario controllare per ottimizzare il processo riproduttivo e, in ultima istanza, garantire una corretta gravidanza a termine:

  • Età materna al momento della crioconservazione embrionaria
  • Causa della sterilità
  • Qualità embrionaria
  • Tecnica utilizzata per la congelazione-scongelazione di embrioni
  • Ottimizzazione dell’endometrio al momento di trasferire l’embrione nell’utero

Ottimizzazione endometriale dopo trasferimento embrionario

Ciclo naturale vs ciclo sostituito

Per quest’ultimo fattore esistono diverse strategie, che possono essere classificate in due grandi gruppi o cicli:

Nel ciclo naturale si utilizza il ciclo endometriale normale, per via degli estrogeni endogeni ed il progesterone che secerne il follicolo, sintetizzati per il ciclo ovarico spontaneo, nei casi in cui questo si mantenga conservato.

L’altra opzione è il ciclo sostituito, in cui si prepara l’endometrio mediante il somministro esogeno di estrogeni per controllare meglio la crescita, ed ottimizzare le sue condizioni per il trasferimento.

Varie strategie per preparare l'endometrio

Alcuni ricercatori preferiscono l’uso dei cicli naturali per ottenere un endometrio “adeguato e ricettivo”, poiché, in teoria, si arriva ad una maggior proporzione di gravidanze, comparato con quelle ottenute mediante i cicli sostituiti, anche con bassi livelli di estradiol (estrogeno predominante negli anni riproduttivi della donna), e uguali o anche maggiori spessori endometriali. Anche così, esistono controversie su quale sia il procedimento migliore per preparare l’endometrio, una volta trasferito l’embrione d’origine criopreservata, o donato, evento che ha dato luogo al fatto che si tengano presenti tecniche come la misurazione dello spessore ecografico endometriale, con l’obiettivo di ottenere un maggior successo riproduttivo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA