hMG (Gonadotropina umana della menopausa)

La gonadotropina umana della menopausa viene prescritta durante la stimolazione controllata dell’ovulazione, nei trattamenti come l’inseminazione artificiale, l’IVF convenzionale e l’ICSI.

L’origine dell’hMG è l’urina di una donna giunta alla menopausa – per questo motivo è chiamata gonadotropina umana della menopausa. In generale, contiene 75 UI di FSH (ormone follicolostimolante) e 75 UI di LH (ormone luteinizzante) (UI si riferisce ad unità internazionali che misurano l’attività biologica).

Follicoli antrali nella stimolazione

Indicazioni

L’effetto della gonadotropina della menopausa è impiegato per stimolare il funzionamento ovarico: più concretamente, agisce producendo un maggior reclutamento di follicoli, assieme al loro sviluppo.

L’hMG è indicata nelle donne che si sottoporranno ad una tecnica di fecondazione artificiale; questo ormone viene somministrato mediante iniezioni cutanee, per arrivare ad una maggior stimolazione ovarica all’interno di un ciclo. Quando si parla dell’hMG, in realtà si sta parlando di un composto in cui sono presenti due ormoni, FSH ed LH, in una proporzione del 50% ognuna.

Vantaggi e svantaggi

Il somministro di ormoni, per ottenere un numero maggiore di follicoli ed il loro sviluppo, è una pratica abituale, e può essere utilizzata con sicurezza, sempre che il trattamento avvenga sotto il controllo di un professionista.

Uso di hMG

Il vantaggio principale dell’hMG è che ha luogo lo sviluppo di molteplici follicoli.

Gli inconvenienti che vanno tenuti presenti hanno a che vedere con la possibilità che si producano:

  • Sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS): nell’inseminazione artificiale, questo rischio è minimo e si risolve rapidamente con la sospensione del ciclo d’inseminazione.
  • Gravidanze multiple: nell’inseminazione artificiale, si registra tra il 12 ed il 30% dei casi, e con più frequenza nelle donne giovani con più di 5 follicoli ovarici di 16 mm, inseminati con più di 30 milioni di spermatozoi. Nella fecondazione in vitro, nei cicli in cui vengono trasferiti due embrioni, la probabilità di avere una gravidanza gemellare è del 6%. Nei cicli in cui ne vengono trasferiti tre, questa probabilità è del 12%, e di avere una gravidanza tripla è del 3%.

Le reazioni allergiche all’hMG sono molto poco frequenti, per questo il suo somministro non è considerato a rischio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA