Evoluzione naturale della Sindrome da Iperstimolazione ovarica (OHSS)

L’OHSS è un’alterazione autolimitata, poiché scompare con la mestruazione. In questi casi, la Sindrome da Iperstimolazione ovarica ha una durata di 10-14 giorni.

L’epilogo clinico dell’OHSS ha luogo con la diminuzione dell’hCG. L’hCG (Gonadotropina corionica umana) è un ormone che si utilizza per valutare se una donna è rimasta incinta. Quest’ormone si sintetizza nel cervello di uomini e donne, con diverse funzioni:

  • Uomini: interviene nella produzione di testosterone nei testicoli.
  • Donne: stimola la maturazione dell’ovulo.

L’hCG viene inoltre prodotto in una regione della placenta (sinciziotrofoblasto): per questo i suoi livelli aumentano nelle donne incinte.

Sindrome da Iperstimolazione Ovarica

L’hCG in gravidanza previene la disintegrazione del corpo luteo nell’ovaio e, per tanto, mantiene la produzione di progesterone, importantissima per la gravidanza. Interviene inoltre sulla tolleranza immunitaria durante questo periodo.

Poiché l’hCG comincia a venir secreto dopo i primi 6 giorni di gravidanza, può essere utilizzato come marcatore di gravidanza. E’ per questo che, se questa ha avuto luogo, l’OHSS può protrarsi e peggiorare il quadro clinico. L’OHSS può manifestarsi tardivamente, e dunque la durata dell’alterazione sarà di 60-70 giorni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA