Donazione di seme

la donazione è un atto di solidarietà che permette che molte coppie, che desiderano diventare genitori e hanno problemi di fertilità (in questo caso del seme, o infertilità maschile), possano realizzare il loro sogno. La donazione di seme è un atto relativamente semplice, poiché constiste solo nel donare il seme eiaculato, senza nessun intervento chirurgico.

Spermatozoi del donatore

Negli ultimi anni, la procreazione assistita è aumentata, e sono ogni volta più numerose le persone che richiedono la fecondazione eterologa per riuscire ad avere figli; per questa ragione, la richiesta di donazioni è cresciuta, e le cliniche cercano sempre più di sensibilizzare la società della necessità di donatori.

Cos’è la donazione di seme?

La donazione di seme consiste nel fatto che un uomo sano, con una buona qualità spermatica, si rechi ad una clinica di riproduzione assistita per donare il suo seme.
In questo modo, il destino del seme nei trattamenti di riproduzione assistita, a seconda della legislazione vigente in uno Stato, potrà dipendere dai casi seguenti:

  • Infertilità maschile grave.
  • Evitare una malattia genetica dell’uomo della coppia.
  • In caso di donne single.
  • In coppie lesbiche.

Il donatore resta sempre anonimo e non ha nessun contatto con i pazienti: si mantiene in ogni momento l’intimità di entrambi.

Requisiti

  • Età compresa tra i 18 e i 35 anni.
  • Recarsi voluntariamente alla clinica ed essere cosciente dell’atto della donazione.
  • Essere sano e non aver avuto incidenti famigliari né malattie ereditarie o congenite. Non soffrire di alterazioni psichiche o mentali.
  • Avere un seme d’alta qualità, con valori molto superiori al normale.
  • Non essere padre di più di 6 figli. Questo è il numero massimo di figli per donatore permesso dalla legislazione, perché non sorgano problemi di consanguineità.
  • Sottomettersi ad analisi e test per verificare che non si soffre di nessuna malattia a trasmissione sessuale (MTS).

Campione di seme nel laboratorio di andrologia

Procedimento

  • Si richiede un periodo di astinenza sessuale tra i 3 e i 6 giorni, per aumentare la quantità del seme.
  • Nel centro stesso, in una sala privata, si deve depositare l’eiaculazione in un contenitore e consegnarlo al laboratorio.
  • Il rpocesso di donazione dura tra i 3 e i 9 mesi, a seconda del centro, anche se di solito dura 6 mesi. Si deve depositare un campione ogni settimana, anche se di solito c’è flessibilità.
  • E’ necessario sottoporsi ad analisi del sangue e delle urine all’inizio della donazione, ed in tutte le occasioni in cui la clinica lo richieda.

Compenso economico dei donatori

E’ importante capire che non si paga il seme, bensí si tratta di un compenso che la clinica dà al donatore per il disturbo di doversi recare al centro ed effettuare tutte le prove.

Il compenso è tra i 30€ e i 50€ per ogni donazione; a seconda del tempo, del centro e della quantità, il totale può variare – abitualmente le donazioni sono 25, per cui durante tutto il processo si possono ricevere 1200€. Questa quantità è solitamente frazionata su più settimane o mesi, a seconda della clinica.

Spermatozoo con buona morfologia

Privacy

In Italia la donazione è completamente anonima; il centro di riproduzione riceve tutte le informazioni e il procedimento di donazione rimane registrato. Allo stesso tempo, neanche il donatore potrà avere informazioni sulle coppie che utilizzeranno il suo seme.

1 Commento

  1. Salve, ho 25 anni, vorrei diventare donatore dii seme per scopi si benevoli ma anche per motivo di guadagno ( visto che, sono vittima della crisi).
    Sono un donatore di sangue, quindi con tanto di certificato sanitario!
    Cordiali salute
    Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA