Come calmare l’infiammazione alle ovaie

L’ovarite è un’infiammazione di uno o delle due ovaie, molte volte accompagnata dall’infiammazione delle trombe.

Le ovaie infiammate possono rientrare all’interno della Malattia Infiammatoria Pelvica (PID), un processo infiammatorio della parte superiore dell’apparato riproduttore femminile (ovaie, trombe, utero e legamenti); dell’anessite (trombe ed ovaie infiammate); da sole. Quando si ha un’infiammazione alle ovaie, il dolore può espandersi fino al retto e all’ano, e le mestruazioni sono di solito dolorose ed irregolari.

Anche se si tratta di un’affezione insolita, la sua maggiore incidenza si incontra nelle donne tra i 25 e i 35 anni.

Cause dell’infiammazione alle ovaie

Diversi fattori possono provocare l’ovarite o infiammazione ovarica:

  • Freddo
  • Aborto
  • Gonorrea o blenorragia (infezione a trasmissione sessuale)
  • Altre infiammazioni

Sintomi dell’ovaio infiammato

I sintomi principali che possono accompagnare l’infiammazione delle ovaie sono:

  • Febbre e malditesta
  • Flusso eccessivo
  • Dolore al ventre e alle ovaie
  • Nervosismo e palpitazioni

L'ovarite

Trattamento della infiammazione delle ovaie

L’ovarite può essere calmata mediante diversi rimedi fatti in casa; tuttavia, alcuni di questi, soprattutto quelli che consistono nei bagni, non potranno essere utilizzati se si è incinte. In generale, prima di realizzarne uno, sarà opportuno consultare il medico. Ecco i trattamenti i più comuni:

  • Evitare il freddo e l’umidità.
  • Avere una dieta ricca di vegetali e frutta.
  • Bere succhi d’uva, arancia e mela.
  • Bagnare quotidianamente per 10 minuti gambe e ventre con impacchi di acqua, in cui saranno stati bolliti due pugni di camomilla con semi di lino.
  • Applicare sul ventre tre volte al giorno impacchi di foglie triturate, tiepide o calde, di Artemisia.
  • Realizzare impacchi freddi nella regione ovarica tre volte al giorno, con mezza oncia di tintura di arnica in mezzo litro d’acqua, fatta bollire in precedenza.
  • Assumere tre volte al giorno una cucchiaiata di chiodi di garofano triturati e polvere di anice, precedentemente bolliti insieme in acqua, e tre quarti di un cucchiaio da minestra di cannella in polvere.
  • Cuocere 25 cucchiaiate di foglie di noce in un litro d’acqua, per il bagno o per la doccia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA