Azoospermia

Ci sono molte coppie che, dopo un anno di rapporti sessuali non protetti, non riescono ad avere figli. Nel 30% dei casi, ciò è dovuto a problemi esclusivamente maschili, e nel 20% ad una causa mista.

Per verificare la fertilità maschile, la prova più abituale che si effettua è il seminogramma, in cui si raccoglie un campione di eiaculato dell’uomo e si esamina in laboratorio, per osservare il numero e lo stato degli spermatozoi.

Definizione e diagnosi dell’azoospermia

Si definisce come azoospermia l’assenza di spermatozoi nell’eiaculato. Si calcola che, all’interno dei problemi di fertilità maschile, l’azoospermia è presente tra un 3 e un 10% di casi.

L’azoospermia è un disturbo asintomatico nell’uomo, ed è per questo che, nella diagnosi, diventa necessario determinare l’ormone FSH; questo ormone è prodotto dal cervello, ed è il responsabile della spermatogenesi (formazione di spermatozoi) nei testicoli. Se i valori sono elevati, ciò significa una riduzione o un’assenza di cellule madre negli spermatozoi. Si raccomanda altresì di analizzare la concentrazione di testosterone.

Tuboli seminiferi nell'azoospermia

Esistono due forme diverse di questa alterazione, l’azoospermia secretoria, in cui i testicoli non sono in grado di produrre spermatozoi, e l’azoospermia ostruttiva, in cui sono presenti spermatozoi, che però non possono essere espulsi nell’eiaculato a causa di un’ostruzione nei condotti deferenti.

Per determinare il tipo di azoospermia, è necessario realizzare una biopsia testicolare, che consiste nell’ottenere un piccolo frammento di ogni testicolo, per avere la conferma che il testicolo produce (azoospermia ostruttiva) o no (azoospermia secretoria) spermatozoi.

Azoospermia secretoria

L’azoospermia secretoria, o non ostruttiva, è la più severa e frequente, e rappresenta il 70% dei casi di azoospermia. Può essere congenita (dalla nascita) o acquisita (per malattia o per trattamento con farmaci tossici), e le cause più comuni sono:

  • Anomalie nella discesa dei testicoli.
  • Esposizione a sostanze tossiche: farmaci, radioterapia e chemioterapia.
  • Problemi genetici.
  • Alterazioni ormonali.
  • Problemi nei testicoli: orecchioni, traumi, infiammazioni o varicocele severo.

Il recupero degli spermatozoi nell’azoospermia secretoria è complicato, poiché di fatto non si generano spermatozoi; nonostante ciò, è possibile arrivare ad una gravidanza. In alcuni pazienti con questo tipo d’infertilità maschile sono state trovate piccole concentrazioni di spermatogenesi nei testicoli: sono state così realizzate molteplici e piccole biopsie testicolari, per reperire qualche spermatozoo. Se se ne trova, questo verrà congelato e posteriormente utilizzato nell’ICSI.

Azoospermia ostruttiva

L’azoospermia ostruttiva è dovuta ad un problema nei condotti che trasportano gli spermatozoi dai testicoli all’uretra, dove è prodotto l’eiaculato. Le cause più comuni di questo tipo di disturbo sono:

  • Assenza di condotti deferenti (dalla nascita o a causa di un intervento chirurgico).
  • Infiammazioni o traumi a testicolo, epididimo, condotto deferente o prostata.

Con questa alterazione è più facile ottenere spermatozoi. In determinati casi, questa azoospermia può essere reversibile, e con diverse tecniche di microchirurgia si può provare ad eliminare l’ostruzione, o ad unire i condotti separati, per far sì che gli spermatozoi siano presenti nel seme in modo naturale.

Azoospermia ostruttiva immagine

Se ciò non fosse possibile, gli spermatozoi verranno raccolti dai testicoli mediante biopsia testicolare. Una sola biopsia è di solito sufficiente, poiché la spermatogenesi nei testicoli avviene in modo normale.

Azoospermia e varicocele

La relazione tra azoospermia e varicocele è piuttosto comune: nel 5% dei casi di varicocele si produce azoospermia. Tuttavia, perché ciò succeda, il varicocele dev’essere molto severo.

Il varicocele è definito come la dilatazione delle vene del cordone spermatico, causata dalla dilatazione della vena spermatica. Il varicocele colpisce direttamente la spermatogenesi.

Azoospermia e varicocele

In pazienti azoospermici secretori, che hanno corretto il proprio varicocele, si è arrivati ad un recupero del 50% del tessuto testicolare, e la mobilità spermatica nell’eiaculato è recuperata nel 55% dei casi.

Per saperne di più sull’azoospermia visita il sito: “www.lazoospermia.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA