Donazione di seme

La donazione di seme è il processo nel quale un uomo cede il suo seme perchè venga utilizzato da un altro uomo, donna o coppia in un trattamento di fecondazione eterologa. Quando si utilizza il seme di un donatore possiamo applicare l’inseminazione artificiale così come la fecondazione in vitro (FIV).

I principali motivi per i quali si ricorre alla donazione di seme sono:

  • Scarsa qualità seminale
  • Malattia ereditaria
  • Assenza di partner maschile

La normativa della donazione di sperma varia da un paese all’altro, specialmente per quanto riguarda la compensazione economica ricevuta dai donatori, la riservatezza dell’identità dei donatori, esami effettuati sui donatori, l’utilizzo da parte di nuovi modelli di famiglia, selezione dei donatori, ecc.

Donatore di seme

 

Generalmente il tasso di successo di un trattamento di procreazione assistita quando si utilizza lo sperma di un donatore è superiore rispetto all’utilizzo del proprio seme. Questo è dovuto all’elevata qualità dei campioni seminali dei donatori, dato che si tratta di ragazzi giovani e sani.

Ciò nonostante, tenendo conto che la qualità seminale non si deteriora particolarmente con il passare degli anni, la differenza non è tanto marcata come nel caso degli ovuli, che diminuiscono in qualità e quantità con il tempo.

Qualità del seme

Quando il proprio campione di seme non presenta la qualità sufficiente per dar luogo ad una gravidanza, è possibile che sia uomini single che coppie omosessuali maschili e coppie eterosessuali, ricorrano alla donazione di seme.

Problemi del seme

 

Le principali patologie per via delle quali viene influenzata la vitalità del seme sono:

  • Azoospermia: assenza di spermatozoi nell’eiaculato, che sia ostruttiva o secretiva. Può essere causata da qualche problema biologico o dall’applicazione di trattamenti medici o chirurgici come la vasectomia o le terapie oncologiche.
  • Oligozoospermia: bassa quantità di spermatozoi nell’eiaculato.
  • Criptozoospermia: quantità molto bassa di spermatozoi nell’eiaculato.
  • Astenozoospermia: problemi di motilità seminale che rende difficile il tragitto degli spermatozoi fino alle tube di Falloppio dove si trova l’ovulo.
  • Teratozoospermia: problemi di morfologia spermatica.

Alcuni di questi problemi seminali possono risolversi applicando le tecniche di riproduzione assistita senza la necessità di ricorrere alla donazione di seme per ottenere la gravidanza. Tuttavia, quando il grado di queste patologie è grave o si soffre di una combinazione di queste, è necessario eseguire la fecondazione eterologa.

Anche la presenza di alterazioni genetiche può portare un uomo a rinunciare all’utilizzo del proprio seme e utilizzare quello di un donatore con il principale obbiettivo di evitare la trasmissione della malattia alla progenie.

Donne senza partner maschile

La riproduzione assistita e la donazione di seme permette a qualsiasi donna di essere madre senza bisogno di un partner maschile, così anche le coppie lesbiche e le donne single possono effettuare un inseminazione artificiale o una FIV con seme di donatore.

Coppie omosessuali femminili

 

Se la donna non presenta problemi di funzionalità tubarica, ha una buona riserva ovarica e la sua ovulazione avviene in maniera adeguata, è abitudine realizzare l’inseminazione artificiale. Questa è la tecnica di riproduzione assistita con un minor livello di complessità. È un processo semplice e indolore.

Se, al contrario, la donna non soddisfa i requisiti per l’inseminazione artificiale o non si raggiunge la gravidanza, si procederà con la realizzazione di una FIV con seme di donatore e ovuli della paziente o anche di una donatrice. Quest’ultimo caso è conosciuto come “doppia donazione”.

In alcuni paesi come gli Stati Uniti o la Spagna, alle coppie lesbiche è permessa la ricezione di ovuli della partner. Consiste nel realizzare un processo di FIV con gli ovuli di una delle donne e il seme di un donatore; gli embrioni creati saranno trasferiti nell’utero dell’altra donna della coppia. In questo modo entrambi partecipano attivamente alla gravidanza: una fornisce il materiale genetico e l’altra si farà carico della gestazione e darà alla luce il bambino.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA