Astenozoospermia

L’astenozoospermia, anche chiamata astenospermia, è un’alterazione che avviene nell’uomo, a causa della scarsa mobilità dei suoi spermatozoi; in gergo, è conosciuta come ‘spermatozoi pigri’ o ‘lenti’.

Il seminogramma è la prova diagnostica per rilevarne la presenza. In questa analisi del liquido seminale, si introduce una goccia di sperma nella camera di conteggio e vengono contati approssimativamente 100 spermatozoi al microscopio e si determina la percentuale di quelli che presentano una mobilità progressiva (che avanzano), la percentuale di speramtozoi mobili non progressivi (che si muovono però non avanzano) e la percentuale di quelli immobili.

Studio del movimento del liquido seminale

E’ necessario un occhio esperto per realizzare il conteggio, capace di valutare in movimento questa varietà di spostamenti nel minor tempo possibile, dato che gli spermatozoi nella camera di conteggio vanno perdendo la loro mobilità con il passare del tempo.

Valori considerati

Secondo i criteri stabiliti dall’OMS, si considera che un uomo non contrae l’astenozoospermia, ovvero che i suoi spermatozoi sono normaliz in quanto a mobilità, quando presenta:

  • Valori uguali o maggiori a un 40% di spermatozoi mobili (progressivi e non progressivi)
  • Valori superiori a un 32% di mobilità progressiva, ovvero in grado di spostarsi e avanzare sulla distanza in movimento.

Livelli inferiori a questi riferimenti sono considerati normali oppure la causa di astenozoospermia.

Cause

Le cause per le quali si produce l’astenozoospermia non sono ancora state definite con esattezza. Ciò nonostane si sa che la mobilità degli spermatozoi può essere influenzata dai seguenti fattori:

  • Presenza di anticorpi antisperamatici
  • Consumo eccessivo di alcool o di altre droghe (tabacco, marihuana..)
  • Età avanzata: è stata studiata una diminuzione importante della mobilità a partire dai 45 anni
  • Febbre
  • Esposizione ad agenti tossici (fertilizzanti, solventi chimici)
  • Infenzioni che colpiscono lo sperma
  • Cattiva alimentazione
  • Esposizione prolungata al calore
  • Problemi testicolari
  • Teratozoospermia, che fa riferimento ad alterazioni nella forma degli spermatozoi (alterazioni di forme normali)
  • Trattamenti oncologici come la chemioterapia e la radioterapia
  • Varicocele

Astenozoospermia come causa di infertilità

L’obbiettivo finale degli spermatozoi è fecondare l’ovocito per creare un nuovo essere umano. Per questo si deve ricorrere ad un lungo e dispendioso cammino attraverso il tratto riproduttivo femminile fino ad arrivare alle tube di Falloppio, dove è in attesa l’ovocito. Solo uno di tutti gli spermatozoi che escono nella eiaculazione avrà l’abilità e la velocità necessaria per arrivare alla meta: è per questo motivo che la velocità negli spermatozoi è tanto importante.

Astenozoospermia, mobilità spermatica

L’astenozoospermia costituisce uno dei molti problemi di sterilità maschile. Senza un movimento progressivo gli spermatozoi non saranno in grado di arrivare all’ovocito e fecondarlo, non ottenendo così la gravidanza.

Trattamento

Per aumentare la velocità spermatica è importante avere uno stile di vita salutare e evitare il consumo di droghe e le esposizioni prolungate al calore. Questo può aiutare a ristabilire la fertilità in alcuni casi di astenozoospermia moderata o lieve.
In caso di astenozoospermia grave, recuperare la capacità di fecondazione è complicato.

Per riuscire ad avere una discendenza con questa alterazione nel seme, si raccomanda di rivolgersi ad una clinica di riproduzione assistita, a seconda del grado di astenozoospermia, analizzando tutti i fattori, gli specialisti potranno raccomandare il trattamento più adeguato, IVF o ICSI – l’inseminazione non è indicata nei casi di scarsa mobilità degli spermatozoi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA