Alterazioni del liquido amniotico

Il liquido amniotico è un fluido che avvolge il feto durante la gravidanza: la sua funzione basica è proteggerlo, attutendo i movimenti della madre; diminuisce inoltre la variazione di temperatura, e permette al futuro bambino di muoversi e spostarsi all’interno dell’utero materno.

La quantità di liquido amniotico varia durante la gravidanza: aumenta fino alla trentaquattresima settimana, raggiungendo il suo massimo, per poi diminuire progressivamente fino alla nascita. In alcune donne si verificano problemi nella quantità di liquido amniotico, come ad esempio:

  • Polidramnios: E’ l’alterazione in cui il sacco amniotico ha una quantità eccessiva di liquido, a causa di un suo eccessivo aumento. Le principali cause di quest’alterazione possono essere disturbi gastrointestinali, che impediscono l’assorbimento di quantità normali di liquido amniotico; disturbi polmonari; problemi neurologici; diabeti gestazionali; anomalie congenite; gravidanze multiple.
  • Oligoidramnios: E’ il disturbo in cui il sacco amniotico presenta una riduzione del volume di liquido, che non corrisponde alla quantità adeguata al mese di gestazione.

Idramnios: problemi nel liquido amniotico

Le principali cause di questa alterazione sono di solito anomalie fetali, o anche rottura di membrane, difetti in reni, polmoni o tratto urinario, o ancora, gravidanze oltre termine e disfunzioni placentari.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA