Allattamento del neonato

Decidi come alimentare tuo figlio, allattamento materno o allattamento artificiale?

Attualmente, l’allattamento al seno dei neonati è l’opzione preferita dalle madri e anche la più raccomandata dai medici e dalle ostetriche. Tuttavia, ci sono madri che decidono, per motivi personali o impossibilità di dare il seno, di alimentare i loro figli mediante allattamento artificiale. Questa opzione può generare un sentimento di colpa dovuto alla pressione sociale.

Nonostante le raccomandazioni mediche e sociali, la decisione del tipo di allattamento rimane nelle mani dei genitori.

L'alimentazione del neonato è una decisione personale
Un libro recentemente pubblicato dalla filosofa francese Élisabeth Badinter ha aperto una grande polemica tra i difensori dell’allattamento naturale. Questo libro critica la grande pressione sociale alla quale viene sottoposta una madre al momento di decidere come alimentare suo figlio, giacché la tendenza attuale va all’allattamento materno. E’ per questo motivo che, secondo la filosofa, la madre può diventare una “schiava dei propri figli”.

Attualmente, c’è una forte inclinazione per l’alimentazione naturale che difende incondizionatamente l’allattamento al seno. Il latte materno viene considerato dai medici e dai pediatri come l’alimento perfetto per il neonato, dato che garantisce i nutrienti e le proprietà immunologiche necessari per il suo corretto sviluppo.

Inoltre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) considera che il latte materno dev’essere l’unico alimento ingerito dal neonato fino ai sei mesi. In seguito, è raccomandabile combinarlo con altri alimenti fino ai due anni.

Per questi motivi, ci sono molte associazioni, come Alba Lactancia Materna in Spagna, che difendono l’allattamento al seno e creano gruppi di aiuto e orientamento dove imparare a dare il seno.

Tuttavia, ci sono madri che, per decisione personale o impossibilità fisica, optano per l’allattamento artificiale. Secondo queste donne, al momento di scegliere questa opzione, si genera un certo rigetto verso di loro da parte dei familiari, amici e operatori sanitari. Possono perfino sentirsi giudicate e poco informate, giacché la grande enfasi che si osserva quando viene spiegato come dare il seno sparisce quando si tratta di spiegare come dare il biberon.

Questa situazione, secondo la psicologa Gemma Cánovas, può provocare ansia e un senso di colpa nella madre. E’ per questa ragione che ogni madre deve decidere liberamente come alimentare suo figlio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

inviTRA